Il Mediterraneo

 

Porto di Cagliari

Imbarco ore 19 di venerdì 26 aprile

Per il trasferimento al porto di Cagliari è preferibile scegliere la bici: c’è tempo ed i chilometri dal villaggio fino alla destinazione non sono molti e tutti lungomare. Gli ultimi incontri sardi - come la magnifica spiaggia del Poetto e l’antico faro Sella del Diavolo da dove precipitò Lucifero dopo la cacciata dal Paradiso – non sono poi da perdere. L’appuntamento con tutti è comunque al porto. Allo staff di Bike Rando spetta di trasportare le valige, depositare le bici e curare tutti gli adempimenti per l’imbarco nella nave da crociera dove sono
previsti la cena, un posto letto in cabina multipla ed una abbondante colazione alla mattina. Il tramonto sul mare di Sardegna è di scena dalle 20 in poi, mentre l’alba nel mare di Sicilia sorge alle 6. Nel mezzo una notte di riposo per tutti i ciclisti i cui tempi di percorrenza per ottenere il Granbrevetto 1200 km sono ovviamente congelati.

E' previsto un briefing  alle ore 21,30 in una apposita sala.

 

>MEDITERRANEO, IL MARE CHE HA BAGNATO LE GRANDI CIVILTÀ


Non vi è mare più antico e colto del Mediterraneo dove le varie civiltà che vi si affacciano siano così intimamente e profondamente connesse tra di loro. La sua storia millenaria gli ha assegnato molti nomi: “ Mare nostrum” per i romani; “Mare Bianco” per i turchi; “Grande verde” per gli egizi; “Grande mare” per gli ebrei; “Mare di mezzo” per i tedeschi; “Mare in mezzo alle terre” per i giapponesi. Per tutti è il mare della conoscenza, della conquista, della speranza, della vita. Per coloro che partecipano alla “6+6 Isole del Mediterraneo” è il mare dell’approdo tra una terra, la Sardegna, dove si è salutata una meraviglia per poterne incontrare un’altra, la Sicilia.

 

traghettocabina quadrupla

 

traghetto